Durante un viaggio a Venezia avevo sentito parlare del remèr, un mestiere particolare che richiede una certa manualità e un talento non indifferente. Sai quali sono i suoi compiti? Se la risposta è no, siamo in due. Nemmeno io ne avevo idea prima di imbarcarmi in un tour per scoprire più da vicino quest’arte curiosa rimasta inalterata nei secoli. 

Un vero remèr mi ha spiegato la storia del suo lavoro, le sue particolarità artistiche e tecniche, inoltre ho esplorato insieme a lui il mondo del vero artigianato veneziano dalle origini fino ad oggi. Va bene, è arrivato il momento di toglierti ogni curiosità.

Il mestiere del remèr

Il remèr è uno dei pochi artigiani rimasti a Venezia. Al pari dello squerarolo, dà forma ai remi e alle forcole delle barche, modellando il legno come fosse una scultura. Era la prima volta che lo sentivo, per cui ho chiesto di persona al remèr in cosa consiste il suo lavoro, e lui con piacere mi ha tolto ogni dubbio.

Come si costruiscono i remi e le forcole

A prima vista, i remi di una gondola sembrano essere molto semplici di costruire. In realtà, i remèr quando si trovano a doverli realizzare devono fare moltissima attenzione a tutti i dettagli. La scelta del legno è fondamentale; una volta era il faggio, ora l’importante è non trascurare la qualità. Per costruire un remo serve parecchio, dalle 5 fino alle 10 ore. La lavorazione del legno parte da tavole con uno spessore di 54 millimetri circa.

Quanto dura invece la lavorazione delle forcole? E’ molto lunga: dopo aver sgrezzato la sagoma, bisogna lasciarla stagionare per circa 24 mesi. L’importante è che ogni remo sia a misura di gondoliere, per permettergli di vogare con agilità anche nei canali più stretti e difficili.

Un difficile mestiere

Per realizzare forcole e remi è necessario essere dei professionisti: solo dall’unione tra esperienza  e tecnica nascono pezzi perfetti, che il remèr intaglia nel legno secondo una tradizione immutata da secoli.

Sempre più giovani entrano nelle botteghe per conoscere più da vicino il mestiere del remèr e si appassionano a questa professione che assomiglia molto più ad una disciplina artistica. Se anche a te affascina questo mondo, recati in una delle botteghe tradizionali per scoprirne tutti i segreti, per avvicinarti a questa antica arte o per sana curiosità come ho fatto io?