La Cerimonia d’apertura dei Campionati del mondo di sci alpino

Al via la 46esima edizione dei Campionati del mondo di sci alpino

Domenica 7 febbraio 2021 dalle 18.00 non prenderti impegni! Occhi puntati a 1224 metri di altitudine per la cerimonia d’apertura dei Campionati del mondo di sci alpino organizzati nella splendida cornice di Cortina d’Ampezzo. 

L’evento si propone di condurre per 75 minuti gli spettatori in un racconto immaginifico attraverso l’unicità dell’Italia, del Veneto e delle Dolomiti, patrimonio dell’UNESCO dal 2009. 

Sei pronto per farti trascinare nello spettacolo?

Il cuore della cerimonia d’apertura

Lo spettacolo ripercorrerà la storia dello sci mondiale sottolineando il ruolo di Cortina come patria degli sport invernali. Infatti non si può dimenticare come sia stata proprio la “Regina delle Dolomiti” la prima città italiana ad ospitare una manifestazione olimpica nell’inverno del 1956. Non si ricorderà solo la storia passata però, ma si guarderà al presente proiettandosi verso il futuro attraverso i valori dello sport e della cultura. Infatti nella cerimonia preparata per aprire i Campionati del mondo di sci alpino non sarà protagonista solo la natura della montagna con i suoi paesaggi mozzafiato, ma anche la creatività umana, che nei secoli ha realizzato straordinarie opere. Per questo motivo, oltre ai patrimoni paesaggistici e culturali nazionali, il racconto parlerà di altri due patrimoni mondiali dell’UNESCO situati nella regione veneta: le città di Verona (patrimonio UNESCO dal 2000) e Venezia (patrimonio UNESCO dal 1987).

Il carnevale si sposta a 1224 metri di altitudine

Proprio dalla magica atmosfera di Venezia, il suo celebre Carnevale si sposterà nel clima incantato dei paesaggi innevati delle Dolomiti. I quadri scenografici realizzati per la cerimonia d’apertura dei Campionati del mondo di sci alpino vedranno così incontrarsi Venezia e Cortina. A vestire i panni delle due città l’attrice Beatrice Schiaffino, con un abito-scultura dalle tinte che ricordano la laguna e i suoi riflessi (creazione indossata in precedenza in occasione dell’ultima edizione veneziana della Mostra internazionale d’arte cinematografica), e la campionessa olimpica di sci alpino Tina Maze, che vestirà sempre un abito-scultura realizzato ad hoc dall’atelier veneziano di Antonia Sautter. L’opera sartoriale è creata per omaggiare la “Regina delle Dolomiti” attraverso materiali e colori diversi per richiamare il paesaggio di Cortina in tutte le stagioni. Inoltre, l’applicazione di strisce di marabù su tutta lunghezza dell’abito ricorderanno agli spettatori le discese innevate dove gareggeranno gli atleti nei giorni successivi.  Acque” e Cortina, “Regina delle Dolomiti”. 

Un omaggio anche alla storia di Venezia 

Se in occasione di questo Carnevale le splendide creazioni della stilista non potranno essere indossate nell’annuale Ballo del Doge, (evento da lei ideato nel 1994 e definito da Vanity Fair “Il ballo in maschera più sontuoso, raffinato ed esclusivo al mondo”) sospeso a causa dell’emergenza sanitaria, potranno mostrarsi in tutto il loro splendore nel racconto realizzato per l’apertura dei Campionati del mondo di sci alpino. La parata storico-allegorica è pensata come un momento per celebrare non solo Cortina, ma anche le 1600 candeline che Venezia spegnerà il 25 marzo. Per questo motivo, a prendere vita nella kermesse saranno anche le personalità veneziane dell’epoca d’oro della Serenissima come l’esploratore e mercante Marco Polo e la regina di Cipro Caterina Corner.

Come seguire l’evento

Le premesse per un meraviglioso show non mancano di certo, spettacolo che continuerà sulle piste da sci nelle successive due settimane dall’8 al 16 febbraio con le incredibili prestazioni degli atleti che si contenderanno i titoli mondiali. 

Per non perderti tutte le gare scarica l’app ufficiale Cortina 2021 e segui i Campionati del mondo di sci alpino.

Se vuoi continuare il tuo viaggio attraverso Venezia e i suoi dintorni CONTINUA A LEGGERE IL NOSTRO BLOG.